Webmail

AIAS Valdagno

Esente da bollo ex art. 27-bis Tabella All. DPR 642/1972

N. 115.012 Rep.

N. 21.781 Racc.

COSTITUZIONE DI TRUST - ONLUS

REPUBBLICA ITALIANA

L'anno duemilatredici in questo giorno ventotto del mese di febbraio

28 febbraio 2013

In Vicenza nel mio studio in Piazza Matteotti n. 31.

Avanti a me dr. GIOVANNI RIZZI, NOTAIO in Vicenza, ed iscritto al Collegio Notarile dei Distretti riuniti di Vicenza e Bassano del Grappa, ed alla presenza di:

RECH MARIATERESA nata a Vicenza il 15 marzo 1984 e residente a Caldogno (VI) in via Caselle n. 64,

TEZZA ALESSANDRA nata a Vicenza il 6 maggio 1971, residente a Caldogno (VI) in via Roma n. 96,

Intervenute a quest'atto quali testimoni, avendone i requisiti di legge, come mi confermano, sono comparse le parti infradescritte:

“A.I.A.S. - Associazione Italiana Assistenza agli Spastici - Sezione per la Provincia di Vicenza - O.N.L.U.S.”, Associazione di Promozione Sociale, in appresso indicata anche per brevità “Aias-Valdagno” o “l’Associazione”, con sede in Valdagno (VI), Via Adua n. 4, Codice Fiscale 85001190249, Partita Iva 02137430241, iscritta nel Registro Nazionale delle Persone Giuridiche al n. 16, qui rappresentata dal sig. LUPO CLAUDIO, nato a Foggia (FG) il 4 giugno 1953, domiciliato per la carica presso la sede dell’associazione, nella sua veste di Presidente del Consiglio Direttivo e legale rappresentante, a quanto infra espressamente facoltizzato in forza di deliberazione del Consiglio Direttivo n. 137 del 24 febbraio 2013 “F3 FAMIGLIA FIDUCIA FUTURO ONLUS”, fondazione in appresso indicata anche per brevità “Fondazione F3” o “la Fondazione”, con sede in Selvazzano Dentro (PD), Via Euganea n. 27, Codice Fiscale 92240340288, riconosciuta con Decreto Dirigenziale del 26 luglio 2012 n. 157/2012, iscritta nel Registro delle Persone Giuridiche della Regione Veneto al n. 868/2012, iscritta all’Anagrafe Unica delle Onlus con decorrenza dal 19.12.2012 giusta comunicazione di conferma dell’Agenzia delle Entrate – Direzione Regionale del Veneto del 6.2.2013 n. 2013/5895 Prot., qui rappresentata dal sig GOTTARDO GIANPAOLO, nato a Selvazzano Dentro (PD) il 26 novembre 1954, domiciliato per la carica presso la sede della fondazione, nella sua veste di Presidente del Comitato di Gestione e legale rappresentante, a quanto infra facoltizzato in forza di deliberazione del Comitato di gestione in data 27 febbraio 2013.

I costituiti, dell'identità personale dei quali io Notaio sono certo, agendo in rappresentanza degli enti suindicati, mi richiedono di ricevere il presente atto pubblico per far constare quanto segue:

premesso

i) che Aias-Valdagno è attualmente proprietaria dell’intero fabbricato adibito a centro diurno per disabili in Comune di Valdagno, Via Adua n. 4 insistente e ricompreso sull’area di cui al mapp. 821 in foglio 2 (due).

ii) che Aias-Valdagno:

 - ha ricevuto in comodato gratuito detto fabbricato, nella sua originaria consistenza,

dall’Istituto delle Suore della Carità alla fine degli Anni Sessanta e li ha utilizzati, dapprima, per attività di carattere riabilitativo a favore di disabili e in seguito per ospitare un Centro Educativo Occupazionale Diurno per Disabili, riconosciuto dalla Regione Veneto in data 7 ottobre 1992;

- ha successivamente acquistato detto fabbricato dall’Istituto delle Suore della Carità con atto di compravendita in data 30 giugno 2003 n. 90.163 di rep. Notaio Giovanni Rizzi (registrato a Vicenza (Agenzia delle Entrate di Vicenza 1) il 1° luglio 2003 al n. 1059 serie 1T - trascritto a Vicenza il 2 luglio 2003 ai nn. 16301/11127), con la finalità di utilizzarli nell’interesse dei disabili in previsione od in occasione della scomparsa dei loro congiunti o della sopravvenuta impossibilità da parte dei medesimi di assisterli (cd. “durante e dopo di noi”);

iii) che Aias-Valdagno intende ora:

- dismettere l’attività di gestione del predetto Centro Diurno, divenuta insostenibile per carenza di risorse umane e finanziarie, alle quali si aggiunge la sopravvenuta mancanza di idoneità delle strutture secondo le normative sull’Accreditamento di cui alla Legge Regione Veneto n. 22/02 ed alla D.G.R. Veneto n. 84/2007;

- proseguire, peraltro, nella propria attività di advocacy a tutela e sostegno degli interessi dei disabili e delle loro famiglie;

- fare in modo che il predetto patrimonio immobiliare dell’Associazione non rischi di andare disperso ma sia, invece, conservato e gestito nell’interesse dei disabili ed in particolare per la soddisfazione dei bisogni inerenti il cd. “durante e dopo di noi”;

iv) che Aias-Valdagno ha, pertanto:

- presentato domanda di inserimento di una Comunità Alloggio per disabili nel Piano di Zona dell’Ulss 5 come previsto dalla citata D.G.R. Veneto n. 84/2007 e detta domanda è stata accolta con assegnazione delle relative 10 (dieci) quote sanitarie;

- ha presentato alla Regione Veneto una domanda di contributo su un progetto di ristrutturazione ed adeguamento degli immobili per un valore complessivo di Euro 318.858,00 (trecentodiciottomilaottocentocinquantotto) e la Regione Veneto con D.G.R. n. 665 del 09.03.2010 ha approvato il progetto ed assegnato un contributo di Euro 200.000,00 (duecentomila);

- individuato nella Fondazione F3 il soggetto che può garantire il perseguimento delle suddette finalità, amministrando gli immobili, procedendo alla ristrutturazione ed all’adeguamento degli stessi al fine di insediarvi una Comunità Alloggio per disabili ed affidando la gestione di questa ad una Cooperativa Sociale dotata dei necessari requisiti ed esperienze;

v) che, avendo, in particolare, Aias-Valdagno ritenuto, che il “TRUST ONLUS” sia l’istituto giuridico più idoneo per dare attuazione a tutto quanto sopra illustrato, al fine di garantire un’efficace risposta al problema del cd. “durante e dopo di noi”, intende, a tal fine, istituire un trust di scopo con la qualifica di Organizzazione Non Lucrativa di Utilità Sociale al quale trasferire, in tutto od in parte, il predetto patrimonio immobiliare affinché persegua la suddetta finalità provvedendo in particolare:

- ad amministrare gli immobili;

- ad accollarsi il residuo debito pari ad Euro 225.338,74 (duecentoventicinquemilatrecentotrentotto e settantaquattro) derivante dal mutuo contratto dall’Associazione con la “Banca San Giorgio e Valle Agno – Credito Cooperativo di Fara Vic.

– Società Cooperativa a Responsabilità Limitata” (ora Banca San Giorgio Quinto Valle Agno – Credito Cooperativo Società Cooperativa) e garantito con ipoteca sul fabbricato come da atto in data 30 giugno 2003 n. 90.164 di rep. Notaio Giovanni Rizzi (registrato a Vicenza (Agenzia delle Entrate di Vicenza 1) il 1° luglio 2003 al n. 1060 serie 1T – ipoteca iscritta a Vicenza il 2 luglio 2003 ai n.ri 16302/3382);

- alla ristrutturazione ed all’adeguamento del fabbricato al fine di insediarvi una Comunità Alloggio per disabili utilizzando il predetto contributo regionale ed altri fondi da reperire a sua completa cura e spese;

- ad attivare ed insediare negli immobili una Comunità Alloggio per disabili;

- ad affidare la gestione della Comunità Alloggio ad una Cooperativa Sociale dotata dei necessari requisiti ed esperienze;

- a concedere in locazione gli immobili a detta Cooperativa Sociale ad un canone almeno sufficiente al rimborso del mutuo in essere, al rimborso di eventuali altri finanziamenti contratti per la ristrutturazione, alla copertura delle spese di manutenzione degli immobili, alla copertura delle spese di gestione del trust e comunque di ogni altra spesa inerente e conseguente;

vi) che più precisamente Aias-Valdagno intende ora, col presente atto, innanzitutto, costituire il Trust avente lo scopo sopra illustrato, ed in un secondo momento, una volta che venga riconosciuta al Trust così costituito, la qualifica di ONLUS, con conseguente iscrizione nell’apposita anagrafe Regionale, procedere

al conferimento nel Trust medesimo degli immobili sopra descritti con accollo da parte del Trust conferitario del mutuo in essere

considerato

- che il Trust nascente con questo Atto rientra tra “gli enti di carattere privato” che, ai sensi dell’art. 10 comma 1 del Decreto Legislativo 4.12.1997 n. 460, possono assumere la qualifica di ONLUS, avendo soggettività passiva ai fini tributari e conformandosi alle condizioni richieste dal predetto art. 10, secondo

quanto previsto dalla Circolare della Agenzia delle Entrate n. 38/E dell’1.8.2011 nonché nell’atto di indirizzo della Agenzia del terzo Settore n. 13 del 25 maggio 2011;

- che al riconoscimento del Trust nascente con questo Atto si applicano le disposizioni della Convenzione de L’Aja del 1° luglio 1985 (relativa alla legge applicabile ai trust ed al loro riconoscimento), ratificata dalla Repubblica Italiana con la Legge 16 ottobre 1989 n. 364, entrata in vigore il 1° gennaio 1992,

salve disposizioni di maggior favore;

tutto ciò premesso e considerato

e da considerarsi parte integrante e sostanziale del presente atto, l’Associazione di Promozione Sociale denominata “A.I.A.S. - Associazione Italiana Assistenza agli Spastici - Sezione per la Provincia di Vicenza - O.N.L.U.S.”, indicata d’ora innanzi, nel corso di questo Atto e negli atti che ne costituiscono esecuzione

o sono ad esso strettamente collegati, come il Disponente;

 

attesta e dispone quanto segue………

per informazioni